Verdi secondo Vanity Fair

Giuseppe Verdi secondo Théobald Chartran per Vanity Fair, 15 febbraio 1879.
Il settimanale inglese Vanity Fair, recante il sottotitolo A Weekly Show of Political, Social and Literary Wares, venne fondata daThomas Gibson Bowles, con l'intento di mettere alla berlina le vanità della società dell’Inghilterra Vittoriana. Il primo numero fu messo in vendita a Londra il 7 novembre 1868. La rivista offriva ai suoi lettori articoli su moda, attualità, spettacoli, libri, eventi mondani e gossip dell'ultim'ora; inoltre presentava narrativa a puntate, giochi di parole e altre amenità. In molti numeri della rivista era presente una litografia a colori a tutta pagina con una caricatura di una celebrità dell’epoca; la gamma dei soggetti rappresentati era molto varia e comprendeva artisti, atleti, statisti, scienziati, autori, attori, militari e studiosi.

Commenti

Invia il tuo commento


* Campi obbligatori